Abbazia di Westminster

2579
westminster abbey

L’Abbazia di Westminster (in inglese Westminster Abbey) fu fatta costruire a partire dal 1045 da Eduardo il Confessore che a seguito di un voto, che non poté mantenere. 
Il Papa, dal quale aveva mandato un messo, lo sciolse dal vincolo e al posto del voto lo invitò a costruire un monastero dedicato all’apostolo Pietro, e così avvenne. Nella prima versione fu costruita in stile romanico ma nel 1245 venne rivisitata in stile gotico e tale è rimasta fino ai nostri giorni.
E’ per questo che è uno dei monumenti più importanti da visitare se si è a Londra e nelle vicinanza di trova anche il Palazzo di Westminster.
Questa abbazia ha un legame profondo con la famiglia reale inglese. Al suo interno infatti sono stati incoronati tutti i sovrani a partire dall’anno 1066 quando fu incoronato Guglielmo il Conquistatore fino all’ultimo, quello nel 1953, dell’attuale regnante, la Regina Elisabetta II. Dal 1987 è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

abbazia di westminster
C’è uno storico trono di legno detto Pietra di Scone, su cui fu incoronato il primo re d’Inghilterra, Edoardo I e che è considerato un cimelio messo al riparo dai numerosissimi turisti che hanno tentato di sfigurarlo. 
Allo stesso modo in questa abbazia esiste, pare, il più antico ritratto esistente di un sovrano inglese che raffigura Riccardo II e risale al ‘500.
Nell’Abbazia di Westminster non sono state celebrate solo incoronazioni ma anche matrimoni di sovrani e funerali: ad oggi sono sepolti all’interno di questo edificio sacro decine di regnanti e altre di tombe di personaggi famosi, tra cui illustri poeti e letterati. 
A proposito delle tombe illustri tra queste si possono annoverare quelle di Charles Dickens, Thomas Elliot, Geoffrey Chaucer, Kipling e il grande William Shakespeare. L’ultimo matrimonio è stato quello tra William e Kate Middleton e anche i funerali di Lady Diana sono stati celebrati in questo luogo.
L’abbazia è a tre navate a croce latina con numerose cappelle, è lunga 157 metri e la navata centrale nel punto più alto misura 34 metri. Sul pavimento della navata centrale si trova una tomba non calpestabile che è quella dedicata al milite ignoto: è sepolto un militare della seconda guerra mondiale dal nome sconosciuto in onore di tutti i caduti in guerra. 
Il pavimento presenta anche preziosi marmi policromatici con motivi geometrici, alcuni dei quali arrivano dalla celeberrima famiglia italiana dei Cosmati 
La facciata frontale dell’abbazia si distingue per due campanili che si sviluppano in altezza e al centro ha una finestrone con vetri policromi che conferiscono solennità a questo luogo religioso.
Nella facciata occidentale che sta sul lato della costruzione c’è un meraviglioso rosone con 3 entrate che terminano con archi a ogiva e altrettante vetrate dipinte in vari colori.
Famoso è il suone delle campane di Westminster che suona solo in occasioni speciali che solitamente riguardano la famiglia reale, come è accaduto in occasione del Giubileo di Elisabetta II. La particolarità di queste campane è che hanno fino a 5000 melodie diverse in Re Maggiore.
Gli interni dell’abbazia sono a dir poco stupefacenti e non solo per la ricchezza delle decorazioni, tra cappelle, dipinti, altari (bellissimo quello Maggiore), lo jubè gotico, imponenti statue, busti, ecc.
Durante le festività natalizie l’abbazia viene animata da belle rappresentazioni dove vengono coinvolti i bambini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.